Il Papa che ci meritiamo….

papa

Quale sarà il papa che la Chiesa oggi si merita? Lo sapremo domani 12 marzo giorno di inizio conclave… nel V secolo san Vincenzo di Lérins diceva a questo proposito:

“Dio alcuni Papi li dona, altri li tollera, altri ancora li infligge”

Questa frase, detta da un santo, dovrebbe farci riflettere molto attentamente… ci meritiamo un dono, una tolleranza oppure una punizione? Come si è presentata la Chiesa in questo inizio di terzo millennio? Ha cercato di diventare sempre più pura, per quanto umanamente è possibile, oppure ha continuato a nascondere gli scheletri nell’armadio? E tutti noi? Quanto amore mettiamo nelle azioni quitidiane della nostra vita? Siamo vicini al cuore di Gesù oppure lo abbiamo allontanato sempre di più dalla porta della nostra anima?

Qui nessuno giudica nessuno… sia chiaro! Nessuno guarda nell’occhio del fratello quando nel nostro c’è una trave. Il discorso è più personale che generale, credetemi. Ma conoscendo anche la mia Chiesa, facendone parte, vivendo i suoi sommovimenti interni… ne avverto le vibrazioni più intime e mi accorgo che ancora tanta strada dobbiamo fare tutti insieme per raggiungere quella comunione che Gesù vorrebbe per tutti noi.

L’Occidente è stanco. La crisi economica ha spezzato una intera generazione che naviga in bruttisime acque e stenta a sopravviere… è sotto gli occhi di tutti. E sappiamo bene che in tempi di crisi Dio suscita molti santi, ma mette anche alla prova le anime. E molte anime, oggi più che mai, sono allo sbando e preda della disperazione più cupa. In molti cuori Dio è stato scacciato! E molti “credenti” alla prima prova del fuoco si arrendono e gettano la spugna…. conosco molte situazioni di questo genere, purtroppo.

In altre parti del mondo la fede è viva, pulsante, luminosa. In Africa la domenica bambini e adulti camminano per ore per raggiungere la Chiesa più vicina e partecipare alla Santa Messa…. capita in moltissimi luoghi disagiati e senza nessun collegamento. Eppure vanno… e vanno con gioia. Noi, con dieci chiese sotto casa, spesso rimaniamo a letto a dormire perché non sentiamo più la voce di Dio! Lo abbiamo scacciato e lasciato fuori dalle nostre vite. E la colpa è di tutti: dalle Alte gerarchie della Chiesa, agli ultimi come me. Siamo tutti co-responsabili di questo abbandono della fede in Gesù Cristo!

Per cui ritorno alla prima frase di questa riflessione: quale Papa ci meritiamo in questo tempo?

Ad ognuno di voi lascio questa domanda….

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Chiesa, Riflessioni sul mondo, Santi , ,

Informazioni su Maria di Nazareth

Maria (in ebraico: מרים, Miryam, Myriam; aramaico: Maryām; greco: Μαρίαμ Mariam, Μαρία María; arabo: مريم, Maryam) è il nome della madre di Gesù. È venerata come "Santissima Madre di Dio" dai cattolici e dagli ortodossi (che la onorano del titolo di Θεοτόκος, Theotókos); la sua santità è comunque riconosciuta dalla Comunione anglicana e anche da confessioni protestanti come quella luterana. È usato anche il titolo di Madonna. Le è dedicata una sura nel Corano, ed anche per l'Islam la sua maternità è misteriosa.

Precedente Ma al mondo veramente interessano queste scarpe? Successivo E se il nuovo papa fosse... Pietro II?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.